post

La Dinamo Basket trionfa in Prima Divisione

Meo Sacchetti nuovo allenatore della Dinamo Basket Brindisi? Vi spieghiamo tutto! Nata nell’agosto del 2015 dalla passione e dall’impegno dei soci fondatori Teodoro Marrazza, Sergio Angelelli, Giuseppe Carparelli e Marco Spada, la Dinamo – nome che immediatamente rievoca il miracolo sportivo compiuto da coach Sacchetti nello stesso anno in Sardegna- si è subito imposta nel panorama cestistico cittadino come una realtà dilettantistica capace di generare entusiasmo e adesione nel grande pubblico, al punto da soffiare per il tempo di una foto con il presidente Marrazza, il coach di Altamura alla più attrezzata Enel Basket Brindisi. Un misunderstanding che ha rischiato di incrinare i rapporti tra le due società del capoluogo pugliese,
fino ad allora ottimi.

Ma, lontano dal voler alimentare ulteriori polemiche, mi rimetto alla storia. Con la vittoria ottenuta domenica a Massafra contro la squadra locale, la Dinamo si è aggiudicata i playoff di Prima Divisione: un trionfo che consentirà alla squadra brindisina di partecipare al prossimo campionato di Promozione. Un risultato tanto sognato quanto inseguito, ottenuto da una società sportiva dalla storia più che recente.

La squadra diretta da coach Mimmo Galgano ha concluso al secondo posto la prima fase a gironi, trionfando nell’ultima giornata della fase playoff, sempre a gironi, contro la più quotata Massafra, prima classificata nella regular season. Quello ottenuto dai ragazzi di coach Galgano è un risultato importante per la Dinamo, per la nostra città e per il movimento cestistico in generale: per la Dinamo è il primo traguardo di un lungo percorso intrapreso con spirito amatoriale, ma subito divenuto professionale anche per via dei numerosi sponsor che hanno deciso di sposare il progetto; per la città e l’intero movimento, la nascita di una realtà capace, nel suo piccolo, di coinvolgere attivamente un pubblico variegato.
Avendo assistito personalmente ad alcune gare casalinghe della Dinamo, posso testimoniare che l’entusiasmo palesato dal pubblico della palestra di Sant’Angelo è emblematico di quanto la Dinamo Basket Brindisi sia la squadra di tutti coloro che, senza distinzione alcuna, ne hanno a cuore le sorti. Ed essendo noi di Agenda Brindisi vicini alle sorti del basket brindisino, non potevamo esimerci dal complimentarci con il coach, gli atleti e la dirigenza della Dinamo per i risultati ottenuti, speranzosi che la corte a coach Sacchetti non abbia esiti positivi, così da poterlo vedere in piedi davanti alla panchina del Pala Pentassuglia.

Alfieri D’Alò