La Dinamo sfiora l’impresa contro la capolista: Cerignola vince dopo 2 overtime

post

Che peccato! La Dinamo Basket Brindisi, targata Limongelli, non riesce a compiere il miracolo contro l’ancora imbattuta capolista Cerignola: dopo aver rimontato 21 punti di svantaggio e aver forzato 2 tempi supplementari, la formazione dauna vince il big match della 6a giornata di andata del campionato di Serie C Silver con il punteggio di 97 a 101.
In un PalaZumbo gremito, nonostante il temporale che si è abbattuto sulla città nel pomeriggio di ieri, e soprattutto caldo e rumoroso, i ragazzi allenati da coach Cristofaro hanno gettato il cuore oltre ostacolo, uscendo a testa alta e tra gli applausi del pubblico presente. Menzione d’onore per tutti i giocatori, indistintamente: dopo 2 settimane di lavoro difficile a causa delle assenze di Leggio (non a referto), Dimitrov (unico allenamento svolto il giorno prima della partita) e il neo-acquisto Ferrienti (influenzato e in campo solo 3 minuti) tutti hanno dato il massimo per contrastare la corazzata avversaria.
I primi due quarti del match hanno dimostrato il perché delle 6 vittorie consecutive e del primo posto in solitaria per Cerignola: i due stranieri Gvezdauskas e Jonikas (35 punti il primo, 20 il secondo), uniti ad un pacchetto di italiani da categoria superiore, hanno imposto il loro gioco, rigettando sempre i tentativi di rimonta della Limongelli, chiudendo il primo tempo in vantaggio per 27-42.
Al rientro dagli spogliatoi, la Dinamo è scesa in campo con un piglio decisamente differente e trascinata in cabina di regia dal capitano Mauro Santoro (ben 46 minuti in campo e 22 punti per lui) e da un Ennis Whatley Jr. letteralmente scatenato – prova monstre la sua: 39 punti, 20 rimbalzi, 6 palle recuperate e 5 assist – ha rosicchiato qualche punto per arrivare all’ultimo quarto sotto “solo” di 11 lunghezze: un ultimo parziale thrilling che ha visto la squadra brindisina completare una pazza rimonta, avendo addirittura il pallone della vittoria tra le mani, infrantosi sul ferro sulla penetrazione di Santoro, chiudendo così i tempi regolamentari sul 73 pari e rimandando il verdetto finale ai tempi supplementari.
Il primo overtime ha seguito la scia dell’incertezza e della parità, consegnando nuovamente alla Dinamo, questa volta nelle mani di Dimitrov, la chance per chiudere la gara ma anche in questo caso la fortuna non ha scelto i colori biancoazzurri, spedendo la palla sul secondo ferro. Nel secondo supplementare, l’inerzia si è spostata subito verso Cerignola grazie alle due triple realizzate in rapida successione da Jonikas. La Limongelli è stata, ancora una volta, brava a recuperare e tornare avanti, fino a quando una tripla incredibile di Gvezdauskas, completamente fuori equilibrio e con il difensore addosso, ha infranto i sogni di vittoria dei brindisini, archiviando il match sul 97-101 finale.

Le parole dei due allenatori in sala stampa: 
Beppe Vozza (Cerignola Basket): “Una vittoria molto difficile, al termine di due supplementari, e con la Dinamo che ha fatto una partita eccezionale e alla quale faccio i miei complimenti, in particolare all’amico Antonio Cristofaro. Noi siamo riusciti, comunque, a vincere una partita complicata e su un campo caldo, come solo le grandi squadre riescono a fare.”
Antonio Cristofaro (Limongelli Dinamo Brindisi): “Inizio con il fare i complimenti ai miei ragazzi, non solo per la partita di oggi, ma per tutti questi mesi di duro lavoro che abbiamo fatto insieme. E’ stata una settimana difficile a causa di un’infermeria piena e per questo ringrazio anche gli under per l’aiuto che ci hanno dato in questi giorni di lavoro così complesso. La partita di oggi non era, ovviamente, facile vista la forza dell’avversario, dotata di un roster incredibile, riscontrando diverse difficoltà nel primo tempo per contenere i loro tiratori e la loro fisicità. Nel secondo tempo ho chiesto alla squadra di aumentare l’intensità e, giocando con 5 “piccoli”, siamo riusciti a mettere in difficoltà gli avversari. Resta il dispiacere per non aver sfruttato la palla in mano negli ultimi 2 possessi finali e in questo si vede la differenza con un grande campione come Gvezdauskas che ha chiuso il match in favore di Cerignola. Spero di recuperare tutti gli infortunati per affrontare al meglio la prossima, importante, sfida contro la Scuola di Basket a Lecce.

Limongelli Dinamo Basket Brindisi – Cerignola Basket 97-101 (20-29, 27-42, 51-61, 73-73, 85-85)
Dinamo Brindisi: Epifania, Santoro 22, Pellecchia 0, Rollo 4, De Gennaro 1, Whatley 39, Pulli 6, Dimitrov 10, Invidia 15, Ferrienti. All. Cristofaro
Cerignola: Pirrone 3, Rinaldi, Russo, Gvezdauskas 35, Pappalardo 3, Jonikas 20, Calò 17, Romano 6, Iaia 1, Musci 16. All. Vozza

Ufficio Comunicazione Dinamo Basket Brindisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *