Impresa clamorosa della Limongelli Dinamo Basket Brindisi che espugna il PalaMarchiselli di Barletta superando la Nuova Cestistica per 82-91 al termine di una gara intensa e combattuta.

Un match che si annunciava cruciale viste le posizioni in classifica delle due squadre, entrambe a quota 20 punti e rispettivamente al secondo e terzo posto in graduatoria (sebbene la Dinamo abbia da recuperare ancora due gare) e con l’aggiunta della sconfitta della capolista Lucera in quel di Nardò, che ha reso ancor più ghiotta l’occasione di avvicinare la testa della classifica.

Nonostante un PalaMarchiselli gremito da un tifo caldo e rumoroso, la squadra brindisina scende in campo con concentrazione e per nulla intimorita: arriva subito un 0-7 di parziale grazie al duo Staselis-Kibildis. Time-out chiamato da coach Degni e Barletta riparte con il contro-break guidato dalle triple di Dominguez, Serino e Samenas, chiudendo in vantaggio il primo quarto sul risultato di 17-15. La Dinamo produce tanto in fase offensiva ma recrimina per diversi facili errori.

Nel secondo parziale coach Cristofaro dirige una sinfonia magica: Pellecchia entra dalla panchina e stravolge le carte, Staselis è infermabile e Pulli grazie alla sua mobilità è un rebus per i padroni di casa. Risultato: parziale da 13-34 e + 19 per gli ospiti al riposo lungo (30-49).

Tornati in campo per gli ultimi 20 minuti, i padroni di casa guidati dalla coppia Dominguez-Samenas tentano di ricucire la forbice dello svantaggio ma i brindisini, grazie ai canestri di Caloia e della coppia Staselis-Pellecchia, mantengono un buon vantaggio anche al 30’, chiudendo sul 57-71.
Ultimo quarto che ovviamente annuncia fuoco e fiamme: coach Cristofaro, nonostante l’emergenza nel reparto lunghi a causa dei falli, gestisce al meglio i suoi uomini e riesce a contenere il ritorno sempre più veemente dei padroni di casa che si affidano al gioco interno di Rizzi e alle penetrazioni di Dominguez. Staselis, con ben 10 falli subiti nel match di cui un paio al limite della legalità, è iconico: la sua precisione nei tiri liberi sul finale (18/20 per lui alla fine della gara) congela la rimonta barlettana, Caloia lotta sotto le plance e Pellecchia e Kibildis colpiscono dalla distanza: alla fine è la Dinamo ad esultare per la vittoria!

Da sottolineare la straordinaria gara di Andrea Pellecchia, classe 2003, che ha messo a referto 24 punti (6/8 da 3), 6 rimbalzi, 5 assist e 2 palle recuperate, della “piovra” Antonio Caloia con 20 (!) rimbalzi, 7 assist e 6 punti e l’ormai “solita” prestazione monstre di Staselis (28 punti e 5 assist).
Ottimi i contributi di Pulli (15 punti e 6 rimbalzi) e Kibildis (14 punti e 4 asssit) in attacco, con capitan Rollo e Labate a guidare le arcigne difese messe in campo da coach Cristofaro e dagli assistenti Lozito, Puce e Capoccia.

Prossimo appuntamento per la Limongelli sabato 19 febbraio alle ore 18:00 sul parquet amico del PalaZumbo (Via dei Mille – Brindisi) contro l’Anspi Santa Rita Taranto per continuare a lottare insieme verso grandi traguardi. Ingresso gratuito con Super Green Pass e mascherina FFP2.

Nuova Cestistica Barletta – Limongelli Dinamo Basket Brindisi 82-91 (17-15, 30-49, 57-71, 82-91)

Barletta: Balducci, Mirando 5, Degni 2, Samenas 19, Dominguez 27, Rizzi 18, Serino 10, De Fazio 1, Castagnaro, Caruso. All. Degni

Dinamo Brindisi: Greco, Staselis 28, Epifani, Pellecchia 24, Rollo 4, Pulli 15, Caloia 6, Labate, Mazzeo, Longo, Scivales, Kibildis 14. All. Cristofaro

Arbitri: Spano di Sannicandro di Bari (BA) e Venezia di Bari

Ufficio Comunicazione – Limongelli Dinamo Basket Brindisi


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *