post

Dinamo troppo fallosa ai tiri liberi lascia strada libera a una concreta Adria Bari

L’Adria Pallacanestro Bari espugna il PalaZumbo e si aggiudica , per 63-72, la sfida contro la Limongelli Dinamo Brindisi. Per gli ospiti, orfani di Scavo, Fiore e Ambruoso, fanno la voce grossa il duo Sicolo e Albanese che chiudono, rispettivamente, a 22 e 25 punti ciascuno . I due piccoli della formazione barese hanno gestito in lungo e in largo la gara comandando sempre il gioco e mettendo a referto più della metà del bottino della squadra. Per la Dinamo, invece, ancora troppi giocatori in ombra e quei 15 tiri liberi sbagliati che pesano tantissimo nell’economia del gioco biancoazzurro.
I viaggianti si presentano in campo con Maselli, Sicolo, Albanese, Esposito e Perrelli mentre la Dinamo risponde con Bove, De Giorgi, Ferrienti, Ruggiero e Dario. De Giorgi, dalla lunetta, apre le ostilità tra le due squadre ma il primo vantaggio ospite è grazie ad una tripla di Sicolo (10 punti nel quarto). La Dinamo prova a giocare sia in penetrazione che provando a servire i lunghi sotto canestro ma è molto fallosa nelle conclusioni da vicino. Albanese inizia il festival delle triple e il primo allungo (7-12 ) si completa dopo 6 minuti. Una tripla di Bove riporta le squadre a un solo possesso di distacco sul 11-14 subito replicato dai giocatori ospiti. Si gioca su ritmi alti e i giocatori dell’Adria sono più precisi al tiro. L’ennesima tripla di Albanese (11 nel quarto per lui) manda tutti al primo riposo sul 15-25.
Ancora Albanese dai 6.75 metri a inizio quarto regala il 15-28 ma Orlandino (bene l’under Dinamo con 10 punti totali) replica con la stessa moneta due minuti dopo (21-30). Sicolo commette fallo sullo stesso play in maglia Dinamo che è costretto ad abbandonare il campo per infortunio. Gli ospiti ne approfittano e si regalano il massimo vantaggio di 15 punti sul 21-36 con rapidi contropiedi mentre coach Santini è costretto a chiamare un time out. La partita si innervosisce un po’ e i padroni di casa provano a reagire. Guadalupi segna da sotto per il – 7 (31-38) e il pressing dei brindisini non permette più ai baresi di sviluppare le loro trame offensive. Calò chiude un sottomano prima che il fischio degli arbitri porti le squadre al riposo lungo sul 34-41.
Dopo l’intervallo la partita diventa equilibrata. L’inerzia passa nelle mani dei padroni di casa. Ferrienti , servito sotto canestro realizza il 42-43 mentre è lo stesso Calò che segna, dopo tre minuti, il punto del pareggio (43-43). Le squadre rimangono incollate sino al 46 pari a metà periodo prima che Bernardi e una tripla di Perrelli, ridanno due possessi pieni di vantaggio dopo 7 minuti (46-52). La squadra di coach Santini subisce il colpo e non riesce a reagire. In attacco si perdono troppe palle e ci sono tanti tiri liberi sbagliati. La squadra non segna più e il periodo si chiude sul 46-54.
Un perentorio 0-5 di break in apertura di periodo apre ulteriormente il divario tra le due squadre. Santini prova a mischiare le carte alternando diversi quintetti. Sicolo, dall’altra parte, ha una marcia in più e detta i ritmi della gara. I padroni di casa provano a rimanere attaccati alla gara con capitan Dario che realizza 7 punti consecutivi. A tre minuti dal termine il punteggio dice 55-61 ma una tripla di Maselli spezza le gambe ai giocatori della Limongelli (55-65). Negli ultimi due minuti non accade più nulla e il tiro da tre punti di Ferrienti serve solo per il tabellino finale.
La partita termine per 63-72 con i baresi che festeggiano e i padroni di casa rammaricati per l’ennesima occasione sciupata.

Limongelli Dinamo Brindisi – Adria Pallacanestro Bari 63-72 (15-25, 19-16, 12-13, 17-18)
Dinamo Brindisi: Ferrienti 14, Bove 3, Ruggiero 2, Masi 2, Dario 15, De Giorgi 5, Orlandino 10, Guadalupi 4, Calò 7, Longo 1. All. Santini
Adria Bari: Armenise 0, Maselli 5, Sicolo 22, Solla 0, Albanese 25, Esposito 6, Bernardi 4, Perrelli 10, Larocchia 0, Bonfrate 0. All. Patella

Arbitri: Di Sisto, Perrucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *